Medicina del lavoro

medicina del lavoro - forum global service

MEDICINA DEL LAVORO

 

Art. 18. D.lgs. 81/08 – Obblighi del datore di lavoro e del dirigente.

Il datore di lavoro, che esercita le attività di cui all’articolo 3, e i dirigenti, che organizzano e dirigono le stesse attività secondo le attribuzioni e competenze ad essi conferite, devono:

a) nominare il medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal presente decreto legislativo.


 

LA SORVEGLIANZA SANITARIA

 

La Sorveglianza Sanitariaconsiste nell’indagine da parte di un Medico Competente, con laurea specialistica in medicina del lavoro, delle condizioni di salute del lavoratore in funzione del rischio al quale sarà esposto durante la sua vita lavorativa presso un’azienda.

Valutare lo stato di salute vuol dire effettuare una serie di esami clinici e di indagini per verificare che il lavoratore sia idoneo alla mansione.

Le visite mediche necessarie ad espletare la sorveglianza sanitaria possono essere(articolo 41, comma 22 D.lgs. 81/08):

  • Preventive: effettuate all’inizio di una attività lavorativa che esponga ad un rischio per il quale è prevista la sorveglianza sanitaria, sono rivolte a constatare l’assenza di controindicazioni alla specifica attività lavorativa;
  • Periodiche: la cadenza definita dalla normativa o stabilita a discrezione tecnico-professionale del medico competente, (piano sanitario redatto dal medico), è destinata a controllare lo stato di salute dei lavoratori per esprimere il giudizio circa la permanenza dell’idoneità alla mansione specifica;
  • In occasione del cambio mansione in modo tale da verificare l’idoneità alla mansione specifica;
  • Alla cessazione del rapporto di lavoro, per i casi stabiliti dalla normativa (esposizione ad agenti chimici e cancerogeni), la visita finale è destinata a certificare lo stato di salute del lavoratore la cui successiva variazione sarà imputabile ad altre cause.

 

 

Le attività per le quali il legislatore ha, ad oggi, tassativamente imposto l’effettuazione della sorveglianza sanitaria, risultano essere le seguenti:

 

  • Lavorazioni che espongono a Movimentazione manuale dei carichi (Titolo VI, art. 168, D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono ad attrezzatura munita di videoterminale (VDT): esposizione per 20 o più ore settimanali (Titolo VII, art.176 D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono a rumore (Titolo VIII, artt.185 e 196 D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono a vibrazioni (Titolo VII artt. 185 e 204 D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono a rischio chimico (Titolo IX, art 229 D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono a rischio amianto (Titolo IX art 259 D.lgs. 81/2008);
  • Lavorazioni che espongono a rischio biologico (Titolo X, art. 279 D.lgs. 81/2008);
  • Lavoro notturno ( D.lgs. 66/2003, D.lgs. 213/2004, legge 6 agosto 2008, n. 133).

 

Dunque l’impresa che occupi anche un solo lavoratore dipendente e svolga attività per le quali la normativa prevede il controllo sanitario deve nominare il Medico Competente ed eseguirela Sorveglianzasanitaria.

 

La Forum Global Service ha all’interno del proprio staff diversi medici del lavoro e sarà lieta di indicarvi se la vostra azienda è soggetta oppure no alla sorveglianza sanitaria e alle verifiche periodiche del medico competente, individuare quali esami risultano essere necessari per le mansioni svolte dai vostri dipendenti e quale è la periodicità.


sicurezza@forumglobalservice.com

 

Top
FORUM GLOBAL SERVICE - formazione e sicurezza sul lavoro - corsi abbigliamento segnaletica - solbiate arno - varese

Info (+39) 0331 985.333

FORUM GLOBAL SERVICE - info@forumglobalservice.it